Logistica e condizioni di lavoro: maxi-operazione dei Carabinieri in 10 centri logistici

Dieci centri della logistica e dei trasporti in giro per l’Italia sono stati al centro di verifiche da parte di circa 400 Carabinieri del Comando Tutela Lavoro e dei Comandi provinciali con l’obiettivo è quello di verificare le condizioni di lavoro, la tipologia dei contratti, la regolarità dei rapporti e delle attività svolte.

“Questa attività ha lo scopo di rilevare, da un campione di lavoratori differenziato per località e tipologia organizzativa, le eventuali criticità al fine di consentire l’adozione di altrettanto adeguate misure per la salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori in un settore nevralgico per l’economia consentendo, al tempo stesso, alle imprese adeguate soluzioni organizzative” si legge in una nota.

Che poi aggiunge: “L’indagine punta a mettere a fuoco un ambito lavorativo che negli ultimi anni ha mostrato una crescita esponenziale, caratterizzandosi per l’accentuata parcellizzazione indotta da una serie di affidamenti, appalti e sub-appalti a cui non sempre sono state corrisposte adeguate garanzie per i lavoratori e per le imprese”.

L’operazione è scattata poche ore dopo un blitz anti-caporalato che, in Veneto, ha portato all’arresto di nove pakistani al vertice di un’organizzazione di sfruttamento di operai connazionali, e due dirigenti dell’azienda Grafica Veneta, ritenuti al corrente del grave stato in cui si trovavano i lavoratori, regolarmente contrattualizzati attraverso una società interinale (gestita dai pakistani) ma oggetto di varie irregolarità.

Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter di Supply Chain Italy