Arvato rileva Quickly e il suo magazzino di Anagni

Acquisizione tra società fornitrici di logistica conto terzi. Arvato Supply Chain Solutions – società attiva in ambito supply chain ed e-commerce, parte di Arvato, a sua volta realtà del gruppo tedesco Bertelsmann – ha infatti rilevato la collega italiana Quickly, che ha sede ad Anagni, in provincia di Roma. La società opera al servizio di Avon (gruppo cui fa capo anche il marchio The Body Shop). Con l’operazione, conclusa a inizio luglio, sono passati di mano un magazzino di 14mila metri quadrati, situato nello stesso comune laziale, e lo staff composto da 102 dipendenti.

“La nuova sede, situata a ridosso della regione metropolitana di Roma, è un primo importante passo verso l’espansione della nostra rete sul territorio nazionale e rappresenta il complemento perfetto per i nostri siti nel nord Italia” ha commentato Matteo Borneto, Country Manager di Arvato Supply Chain Solutions Italia per la divisione Beauty & Cosmesi. Nel dettaglio Arvato, presente nella Penisola dal 2004, dispone di due hub logistici situati in provincia di Bergamo, uno dei quali a Telgate, estesi su complessivi 40mila metri quadrati, e si servirà del nuovo impianto per espandere le attività al Centro-Sud.

Precisamente, dalla struttura di Anagni Arvato continuerà a gestire le attività logistiche di Avon, sia per il canale tradizionale sia per quello e-commerce, introducendo il proprio sistema informatico basato sulla tecnologia SAP per semplificare il flusso di informazioni. Parallelamente Arvato ha annunciato di avere aggiunto al suo portafoglio clienti anche Callmewine, piattaforma e-commerce del settore wine and spirits, le cui attività verranno invece gestite dal polo logistico di Telgate.

Il polo logistico di Anagni e le sue attività erano state ceduti nel giugno del 2021 direttamente da Avon a Quickly, in un’operazione, configurata come cessione di ramo d’azienda, con cui la seconda aveva rilevato le attività di immagazzinaggio e logistica della prima.

La scelta di esternalizzare l’attività, avviata in proprio da Avon nel 2009, risultava dettata da ragioni di sostenibilità economica e il progetto dell’azienda era quello di avvalersi di Quickly come fornitore sulla base di accordi di durata pluriennale.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI SUPPLY CHAIN ITALY

Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter di Supply Chain Italy