Al via il secondo sviluppo logistico di Panattoni in Italia

Ha preso il via a Scarmagno, nei pressi di Torino, il secondo sviluppo logistico in Italia di Panattoni, reso possibile dal completamento dell’acquisizione del sito.

Nell’area, estesa su 241mila metri quadrati, la società intende costruire su base speculativa un parco logistico di 90mila metri quadrati, che consisterà in un magazzino a un solo piano con altezza netta di 12 metri sotto trave, illuminazione a Led, tetto con pannelli fotovoltaici, attrezzature di svago per i dipendenti (bar, area per sport e ricreazione) e 3.700 metri quadrati di uffici. I lavori di costruzione della struttura, per la quale l’azienda ha spiegato di puntare alla certificazione Leed Gold o Breeam Very Good, è previsto per settembre 2023, con l’avvio delle attività nel 2024.

“L’Italia ha ancora molto da fare per adeguarsi alla diffusione dell’e-commerce, mentre la domanda di moderne strutture logistiche con alti standard ecologici è esplosa e non dà segni di rallentamento – ha commentato al riguardo Jean-Luc Saporito, Managing Director di Panattoni Italia. Torino è in un’ottima posizione per servire la zona circostante, una regione che è tra le più fiorenti d’Europa e che è abitata da più di 14 milioni di consumatori”.

Secondo quanto dichiarato dai vertici di Panattoni Italia durante un incontro con la stampa che si è svolto lo scorso giugno, il polo logistico di Scarmagno, date le dimensioni e la posizione, potrebbe essere utilizzato „per servire l’intera Italia, ma anche la Francia”. Oltre al parco torinese, la società si sta dedicando in Italia allo sviluppo di un polo a Ospedaletto Lodigiano, comune in provincia di Lodi situato sull’asse Milano – Piacenza.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER GRATUITA DI SUPPLY CHAIN ITALY

Articoli correlati

Iscriviti alla newsletter di Supply Chain Italy